19 marzo 2015

Torta di patate e porri ai sapori del Mugello. 19 marzo S.Giuseppe






Era lì, sepolto da una pila di libri impolverati nella libreria del babbo, con la copertina tutta scollata e le pagine ingiallite e macchiate dal tempo e dall’usura.
Era tanto che la mamma mi ripeteva di andare ad aiutarla a sgombrare il salotto davanti, per far posto ai muratori, ma non era mai il momento giusto, non riuscivo mai a ritagliarmi un spazio per farlo.  La verità è che mi trovavo mille scuse per non farlo, volevo rimandare più a lungo possibile questo momento, quasi come il rimandare potesse in qualche modo riportarlo tra noi. 
Ho aperto la porta e l’ho rivisto, seduto alla scrivania, con gli occhiali sul naso, 
intento a far quadrare i conti, con la faccia sorpresa nel vedermi. Intorno tutto è come allora; la piantana con la base e lo stelo di marmo con cappello orlato di velluto, ricordo della bisnonna Anita, il divano damascato con l’appoggio alto, comprato prima di sposarsi e mai buttato, perché “come ci si sta comodi qui non si sta da nessun altra parte”, la grande libreria sullo sfondo, chiusa sul basso piena zeppa di libri e fotografie incorniciate. 
Mentre mettevo i libri nelle scatole, tirandoli giù a cinque, sei per volta dal ripiano della libreria, infilato tra un Cassola e un Hemingway l’ho trovato, anzi l’ho ritrovato: l’Artusi del babbo.
Pieno di appunti, con fogli di ricette scritte a mano, infilati nelle pagine. Tra le tante,  c’era quella della torta di patate e porri.
Mentre la cucinavo mi sembrava di sentirlo: " mettine di più...stendila bene..." ho sorriso, 
nulla è cambiato….ti voglio bene babbo.





Le patate con i porri, un abbinamento perfetto per una torta salata, rustica ma al tempo stesso delicata. Un involucro di farina e acqua avvolge il ripieno impreziosito da ottimo formaggio stagionato come il Gran Mugello e un formaggio erborinato come il Galaverna aggiungendo quella nota di gusto e sapore che solo la Fattoria Il Palagiaccio poteva donare.


Ricetta: Torte salate
Porzioni: 6

Tempo di realizzazione: 30 minuti
Tempo di cottura:  50 minuti

Cosa ti occorre:
3 patate grandi
3 porri
100g formaggio "Gran mugello" Fattoria Il Palagiaccio
100g formaggio "Galaverna del Mugello" Fattoria Il Palagiaccio
1 bicchiere di latte intero
sale
pepe

Per la sfoglia:
200g farina 00
acqua
olio

Come devi fare:
Lava bene le patate e lessale con la buccia. 
Nel frattempo, taglia a rondelle sottili i porri e mettili con olio e sale a stufare dentro una padella.
Sbuccia le patate e dentro una ciotola schiacciale con una forchetta, aggiungi i porri e amalgama bene.
Aggiungi il formaggio Gran Mugello grattugiato, il Galaverna a fettine sottile, il latte, aggiusta col sale, pepe e continua ad amalgamare .
Prepara la sfoglia con farina, acqua e olio, stendila per una grandezza che sia un po' più grande della teglia.
Con la carta da forno rivesti la teglia e adagiaci la sfoglia, riempi con l’impasto e ricopri per circa metà della superficie.
Accendi il forno a 190° e quando è caldo inforna per circa mezza ora.
A cottura ultimata la parte superiore della sfoglia assumerà un colorito dorato.
Sforna e fai raffreddare sopra una gratella.









Con questa ricetta partecipo al Contest: 



3 commenti:

  1. Leggere le tue righe è vedere la tua quotidianità...sentire il suono delle parole ed i profumi della cucina.
    Grazie per averci regalato questi ricordi e queste ricette antiche.
    Vero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo le ricette antiche, fanno parte di noi, è la ns
      storia, il ns presente e spero anche il ns futuro !!
      Grazie per il bel commento.

      Elimina
  2. Tiziana Vocini9 aprile 2015 11:32

    Ti ho trovata sul sito di LATTI DA MANGIARE,
    e mi sono commossa a leggere il tuo bellissimo racconto,
    la torta poi deve essere strepitosa, mi hai fatto venir voglia
    di provarla. Complimenti e continua così.

    RispondiElimina